Il Climate Change Performance Index (CCPI) è uno strumento impiegato per descrivere e valutare in maniera oggettiva e trasparente le politiche internazionali sul tema del cambiamento climatico. Lo studio è condotto annualmente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network. In particolare, vengono monitorate le performance dei 56 Paesi responsabili della produzione del 90% delle emissioni globali di gas serra (GHG – greenhouse gas). Stando ai dati rilevati, nessuno dei Paesi sembra destinato a raggiungere in tempo gli obiettivi dell’accordo di Parigi,  ossia arrestare l’aumento della temperatura media globale ben al di sotto dei 2°C.

Lo studio

Il CCPI considera 14 fattori facenti riferimento a 4 categorie diverse: “GHG Emissions”, “Renewable Energy”, “Energy Use”, “Climate Policy”. L’indice, inoltre, non solo analizza dati e misurazioni attuali ma effettua dei confronti con i percorsi “virtuosi” che porterebbero ogni Paese a rispettare gli accordi internazionali sul clima.

climate change performance index, 2019, germanwatch,NewClimate Institute, Climate Action Network International, clima, accordo di parigi, obiettivi, riscaldamento globale, gas serra, energia, rinnovabili, politica, sostenibilità, CCPI
climate-change-performance-index.org

La classifica del CCPI per il 2019 parte dal quarto posto della Svezia, seguita da Marocco e Lituania, mentre agli ultimi 5 posti troviamo Arabia Saudita, USA (e il presidente Trump cosa ne pensa?), Iran, Corea e Taiwan, che hanno collezionati punteggi bassi in ogni categoria.

climate change performance index, 2019, germanwatch,NewClimate Institute, Climate Action Network International, clima, accordo di parigi, obiettivi, riscaldamento globale, gas serra, energia, rinnovabili, politica, sostenibilità, CCPI

climate change performance index, 2019, germanwatch,NewClimate Institute, Climate Action Network International, clima, accordo di parigi, obiettivi, riscaldamento globale, gas serra, energia, rinnovabili, politica, sostenibilità, CCPI
Livelli di CCPI raggiunti climate-change-performance-index.org

E in Europa?

Anche la situazione europea non è florida. Infatti, Francia (21° posto), Germania (27° posto) ed anche l’Italia (23° posto) hanno subito un declassamento rispetto allo scorso anno. L’Italia si trova al 30° posto per quanto riguarda le politiche sul clima, al 18° per l’impiego di energia, al 20° per le rinnovabili e al 18° per le emissioni di gas serra. In particolare, viene criticata la mancanza di ambizione nel raggiungimento degli obiettivi della SEN 2017 e l’assenza di un piano ben definito che permetta all’Italia di rinunciare al carbone entro il 2025. Buone intenzioni, quindi, ma senza un buon programma.

climate change performance index, 2019, germanwatch,NewClimate Institute, Climate Action Network International, clima, accordo di parigi, obiettivi, riscaldamento globale, gas serra, energia, rinnovabili, politica, sostenibilità, CCPI
climate-change-performance-index.org

Il documento completo è consultabile qui.