#StartUp4Energy questa volta si sposta in Italia! L’articolo seguente presenterà una tecnologia italiana e spagnola che aiuterà i Paesi in Via di Sviluppo (e i Paesi Poveri) a raggiungere sia sostenibilità che innovazione grazie ad un unico prodotto. Parliamo di WATLY. Esso fornirà acqua, elettricità e connettività a milioni di persone in tutto il mondo. Ecco come funziona.

ambiente, energia, sostenibilità, Africa, progetto, energy, environment, connettività, acqua, trattamento acque, internet, web, startup, Close-up Engineering
watly.co

ACQUA

ambiente, energia, sostenibilità, Africa, progetto, energy, environment, connettività, acqua, trattamento acque, internet, web, startup, Close-up Engineering
watly.co

Watly purifica fino a 3 milioni di litri di acqua all’anno. Desalinizza l’acqua di mari e oceani, elimina agenti patogeni e microorganismi dall’acqua inquinata. Rimuove composti organici ed inorganici e non richiede sostituzione né di membrane né di filtri. Il principio fisico su cui si fonda questo Sistema innovative è la distillazione a compressione di vapore, la quale, al momento, rappresenta il metodo più efficace e potente per desalinizzare e purificare le acque. L’acqua uscente dal processo è di una qualità eccezionale, pura, a bassi contenuti minerali e con un perfetto bilanciamento del pH, non importa quanto sia inquinata l’acqua prima. La tecnologia è composta da quattro unità solari termiche, precisamente a tubi sotto vuoto. L’unità principale è denominata Master, mentre le altre tre sono chiamati Slaves. All’interno dell’unità Master vi è il core del processo di purificazione, il quale è 11 volte più efficiente del migliore dei processi di distillazione tradizionali. 160 m2 di pannelli solari a tubi sottovuoto forniscono l’energia termica necessaria per il processo di distillazione. La forma unica “ad arco” permette ai tubi di essere perfettamente esposti alla radiazione solare incidente durante tutta la giornata. L’unità centrale è composta da due interfacce interattive e da un parco solare sul tetto. Se, da una parte, Watly fornisce alle persone acqua pulita, dall’altra il W-Tank permette di trasportarla e tenerla al sicuro. Quest’ultimo è facile da utilizzare e da trasportare ed è stato progettato per situazione in cui è difficile preservare l’integrità biologica dell’acqua, che sono tantissime.

ELETTRICITA’

Watly genera esattamente la stessa energia che serve al suo funzionamento e produce elettricità off-grid per dare energia ad apparecchi elettronici interni ed esterni. L’elettricità generate gratis da Watly è resa disponibile alle persone grazie a prese elettriche e batterie. Come detto, sull’unità centrale c’è il tetto solare con 40 pannelli fotovoltaici monocristallini. L’impianto ha una Potenza nominale di 10 kW e genera fino a 70 kWh al giorno. Performance così elevate sono possibili grazie al mantenimento dei pannelli alla temperatura di lavoro ottimale anche durante le giornate più calde, temperature operazionali più basse, infatti, significano anche un aumento dell’efficienza di produzione del 40 – 50 %. L’energia elettrica è stoccata in una batteria interna da 140 kWh. W-Light è una luce LED portatile che funziona grazie a una batteria interna. W-light genera ore di luce artificiale ma anche la possibilità di caricare telefoni, computer e altri apparecchi elettronici.

ambiente, energia, sostenibilità, Africa, progetto, energy, environment, connettività, acqua, trattamento acque, internet, web, startup, Close-up Engineering
watly.co

 

CONNETTIVITA’

Watly è un potente dispositivo di comunicazione che raccoglie e manda qualsiasi tipo di informazione (video, immagini, audio, testi, numeri, etc..) in Internet o ad altri apparecchi compatibili. Un singolo Watly è una macchina a se stante, ma più macchine diventano un network dove ogni nodo è multifunzionale, auto-alimentato e auto-sostenuto. Un numero crescente di Watly utilizzate nel mondo potrebbero contribuire a formare quello che tutti chiamano “Energynet”. All’interno della tecnologia ci sono tre erogatori di acqua pulita facili e immediate da utilizzare, una batteria per le ricariche elettriche, una stampante 3D, una stanza di sterilizzazione a raggi ultravioletti, un piano di atterraggio per i droni, due schermi LCD touch screen, videocamere per il riconoscimento facciale più una serie di sensori. Ogni Watly comunica con la Piattaforma Centrale di Controllo, ma anche con altri Watly via radio-link, network esistenti (3G/4G) e/o connessioni satellitari. La piattaforma centrale può comunicare in remoto e monitorare tutte le unità Watly in tempo reale da qualsiasi parte del mondo. Da remoto è possibile controllare i sistemi della tecnologia, monitorare le performance e cambiare le impostazioni di output dell’acqua (quantità, pH, livello dei minerali) solo grazie a una connessione internet. La macchina è anche equipaggiata con sensori ambientali esterni come, ad esempio, sensori di inquinamento dell’aria (CO, CO2, NO, NO2, O3, SO2, H2S, VOC) e sistemi di monitoraggio del tempo (direzione del vento e forza, pressione atmosferica, altezza delle nuvole, temperatura, umidità, etc).

ambiente, energia, sostenibilità, Africa, progetto, energy, environment, connettività, acqua, trattamento acque, internet, web, startup, Close-up Engineering
watly.co

Se volete, potete trovare tutte le informazioni in più sul loro account Indiegogo. Nel mondo abbiamo veramente bisogno di questa tipologia di prodotti in modo da ricostruire un mondo più pulito e sostenibile partendo anche dai paesi più poveri e insegnando loro l’importanza di tali argomenti. Non è un caso, infatti, che Watly è stato premiato dall’UE nel Programma Horizon 2020.