Lo scorso 19 Settembre 2017, lo Stato libero associato di Porto Rico, situato a nord-est del mare dei Caraibi, ha dovuto fronteggiare il passaggio dell’ Uragano Maria. Questi ha prodotto un quantitativo considerevole di danni. In particolare, il governo locale si trova a dover gestire una situazione critica, in mancanza di strutture ospedaliere operative, una bancarotta dichiarata lo scorso Maggio e la totale assenza di energia elettrica in quasi tutto il paese caraibico.

Powerwall  Tesla Donazione Porto Rico USA Uragano  Ambiente
image.3bmeteo.com/

Per ovviare alla mancanza di elettricità, la popolazione, che conta circa 3.5 milioni di abitanti, si è attrezzata con generatori di corrente, i quali, però, non possono garantire – come possiamo ben immaginare – un’adeguata copertura.

Secondo stime improvvisate, la situazione potrebbe protrarsi per mesi.

In accordo con il governo locale, Elon Musk, CEO di Space X e Tesla Motors (tra le tante), ha prontamente deciso di assistere la popolazione, inviando sul territorio circa cento Powerwall.

Powerwall (da Dicembre nella sua versione 2.0) è una batteria  domestica in grado di immagazzinare energia, ricavata da un apposito impianto fotovoltaico, riducendo al minimo sprechi ed emissioni.

Oltre ai sistemi Powerwall, Elon Musk ha deciso di contribuire direttamente, con una donazione di 250.000,00 $ .

Powerwall  Tesla Donazione Porto Rico USA Uragano  Ambiente
Corriere.it

A questo punto ci si domanda solo se il sistema riuscirà ad adattarsi con rapidità ad un situazione, già in partenza, critica. Oltre alla mancanza di corrente elettrica, se non per necessità primarie e ottenuta mediante generatori diesel, il governo dovrà trovare un modo su come gestire ed ottimizzare gli impianti fotovoltaici presenti sul territorio, abbondantemente colpiti dall’uragano e strettamente necessari al funzionamento del Powerwall.