Il Piano della Ricerca di Sistema elettrico (RdS) è la bussola che guida le attività di ricerca e sviluppo in modo che i temi trattati siano di interesse generale per il sistema elettrico nazionale. Con cadenza triennale, vengono individuati i filoni prioritari.

La Ricerca di Sistema

Affinché un’attività di ricerca rientri nella Ricerca di Sistema è necessario che gli argomenti trattati siano direttamente connessi alle attività di produzione, trasmissione o distribuzione dell’energia elettrica. Inoltre, tali studi devono essere mirati a fornire risultati validi in una prospettiva di lungo termine e soluzioni di natura applicativa e non esclusivamente teorica. Sono previsti due tipi di ricerca: una finanziata tramite accordi tra il MiSE e ENEA, CNR e RSE e una finanziata tramite bandi.

I costi delle attività di Ricerca di Sistema sono coperti attraverso il gettito di una componente della tariffa elettrica (A5rim), il cui ammontare è fissato dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) in misura non superiore a 0,0516 centesimi per ogni kWh. Per lo svolgimento delle attività del Piano triennale 2019-2021 è richiesto un contributo di 210 milioni.

I temi per il triennio 2019-2021

ricerca di sistema, sistema elettrico, rse, cnr, enea, mise, innovszione, rinnovsbili, resilienza, accumulo, tecnologie, metodi, soluzioni, transizione energetica
csea.it

Nel documento Tecnico a supporto del Piano triennale vengono definiti due obiettivi generali del triennio di Ricerca: l’obiettivo “TECNOLOGIE” teso a ricercare e sviluppare tecnologie essenziali per la transizione energetica e l’obiettivo “SISTEMA ELETTRICO” dedicato a favorire lo sviluppo di un sistema efficiente e sicuro.

Tra i temi di ricerca per l’obiettivo “TECNOLOGIE” vi sono:

L’obiettivo “SISTEMA ELETTRICO” prevede:

  • Strumenti e modelli per scenari energetici e di evoluzione dei mercati: modelli energetici e ambientali, valutazione del piano di sviluppo delle reti, evoluzione dei mercati elettrici
  • Modelli di architettura e di gestione del sistema: risorse di flessibilità, nuovi soggetti del mercato, previsioni di domanda e produzione a breve termine
  • Applicazione al sistema elettrico di tecnologie dell’informazione, IoT , peer to peer
  • Integrazione e coordinamento del sistema elettrico con altri sistemi (in particolare gas e
    idrico) e analisi di fabbisogno, disponibilità, prestazioni e costi di sistemi di accumulo: modelli settoriali, disponibilità delle risorse e vincoli territoriali
  • Modelli e strumenti di intervento per la difesa e il miglioramento della sicurezza e della resilienza delle reti
  • Scenari e strumenti per la mobilità elettrica e l’integrazione con il sistema elettrico
  • Modelli e strumenti per incrementare l’efficienza energetica nel ciclo di produzione, trasporto, distribuzione dell’elettricità: progetti sulle Comunità dell’Energia, integrazione  linee AC e DC

Per maggiori informazioni, cliccate qui.