La misurazione e la fatturazione dei consumi elettrici sono questioni che interessano tutti da vicino. Nascono nuove tariffe, un nuovo mercato energetico ma anche nuove esigenze da parte degli utenti. Se non siete pronti ad avventurarvi da soli in queste novità, quello che fa per voi è un vero “aiutante” energetico. Quali caratteristiche dovrebbe avere questo aiutante? Capacità di misurare i consumi elettrici domestici e, magari, fornirci consigli utili a risparmiare e ridurre gli sprechi.

Ciò di cui vi stiamo parlando esiste già: si chiama Ned ed è molto più di un semplice contatore di consumi elettrici smart. Abbiamo intervistato Christian Camarda, CEO di Midori, la start up torinese che ha ideato e realizzato Ned.

Midori è una start up nata dalla volontà di promuovere una sana educazione energetica tra le persone. Quali strumenti sono impiegati e quali prodotti sono stati sviluppati per questo scopo?

Ned, Midori, start up, torino, azienda, innovazione, contatore, smart metering, assistente, energetico, risparmio, confronto, tariffe, energia, elettricità, casa, monitoraggio, consumi, Misurare i consumi elettrici
Il logo della start up Midori

Midori è una giovane realtà imprenditoriale torinese, nata da un team di motivati ragazzi esperti di efficienza energetica, ICT e psicologia sociale, tutti mossi dalla volontà di realizzare soluzioni per far comprendere meglio alle persone in che modo usano l’energia e come possono ridurre inutili sprechi in casa. Con i nostri prodotti vogliamo promuovere, infatti, l’uso responsabile di un bene prezioso come l’energia, partendo prima di tutto dalla conoscenza dettagliata dei consumi energetici degli elettrodomestici, perché essere consapevoli è il primo passo verso l’efficienza. L’ultimo nato in casa Midori per rispondere a queste necessità è Ned, il primo smart meter (un misuratore di consumi elettrici smart) made in Italy che permette di tenere sempre sotto controllo i consumi energetici degli elettrodomestici di casa, attraverso un solo strumento di misura.

Gli strumenti impiegati per lo smart metering nascono come evoluzione dei tradizionali contatori dell’energia elettrica. A cosa serve Ned e in cosa differisce rispetto agli altri prodotti presenti sul mercato?

Il principale elemento di innovazione del misuratore di consumi elettrici smart Ned è la tecnologia di riconoscimento e separazione dei carichi elettrici sviluppata da Midori, un vero e proprio cervello basato su una tecnologia NILM (Not Intrusive Load Monitoring) che è in grado di riconoscere le “impronte elettriche” che ogni elettrodomestico lascia mentre è in funzione. Dall’analisi nel tempo e in frequenza dell’assorbimento energetico dell’intero appartamento, dunque, il software di Ned è in grado di distinguere le principali categorie di elettrodomestici, rintracciando, riconoscendo e catalogando le diverse firme elettriche. In questo modo può capire quali elettrodomestici sono accesi e quanto consumano. È questa la vera magia di Ned che permette di utilizzare solo un piccolo semplice strumento di misurazione.

Ned si pone l’obiettivo di sensibilizzare la gente riguardo il tema dell’efficientamento energetico delle proprie abitazioni, spesso percepito come una tematica tecnica complessa e misteriosa. Quali metodi impiega Ned per rendere più partecipe e consapevole l’utente?

Ned, Midori, start up, torino, azienda, innovazione, contatore, smart metering, assistente, energetico, risparmio, confronto, tariffe, energia, elettricità, casa, monitoraggio, consumi, Misurare i consumi elettrici
Il logo di Ned

Attraverso dinamiche di gamification, che fanno da cornice a tutti i servizi inclusi in Ned, si viene accompagnati nel proprio percorso di efficienza consapevole. L’engagement delle persone viene stimolato attraverso le logiche proprie del gioco, ad esempio l’identificazione con un avatar, un sistema di progressione basato su punti e obiettivi stimolanti, feedback immediati ed esperienze gratificanti. Per la realizzazione di questi aspetti, il team di Midori ha messo in campo competenze nell’ambito della psicologia sociale e dell’economia comportamentale.

Semplicità di installazione e praticità di utilizzo sono due dei requisiti più richiesti dagli utenti. Come avviene l’installazione di Ned e che tipo di manutenzione richiede? In che modo Ned si interfaccia con l’utente?

Ned è un sistema dotato di un misuratore di corrente a batteria provvisto di un trasformatore a forma di piccola pinza, da collegare al cavo di fase dell’interruttore generale o al contatore domestico in totale sicurezza e senza alcuna alterazione dell’impianto elettrico. Semplice e sicuro come cambiare una lampadina! La batteria garantisce un’autonomia di circa 3 mesi e si può ricaricare con un comune caricabatterie per cellulari a micro USB. Con Ned, dunque, non serve riempire casa di numerosi e complicati strumenti di misura, ma grazie al suo cervello è sufficiente un solo dispositivo!

Ned è stato definito un “assistente energetico personale”, molto più di un semplice contatore intelligente. A cosa deve questa definizione?

Noi di Midori abbiamo voluto da sempre realizzare un sistema che fosse radicalmente diverso da ciò che viene proposto dai tradizionali strumenti e servizi di monitoraggio. Per questo motivo vediamo Ned come un assistente energetico virtuale, che ci segnala ciò di cui davvero abbiamo bisogno, semplificando al massimo l’esperienza d’uso affinché risulti chiara ed accessibile anche, e soprattutto, dai non addetti ai lavori, persone normali che hanno a cuore la comprensione dei consumi domestici. Direttamente sullo schermo del proprio smartphone, infatti, è finalmente possibile controllare costantemente come viene usata l’energia in casa e ricevere feedback personalizzati per ridurre i consumi e i costi in bolletta in modo consapevole. Con un semplice click, ad esempio, si può acquistare l’elettrodomestico più efficiente e al minor prezzo sul mercato, cambiare tariffa energetica, avere la propria previsione mensile di spesa sempre aggiornata e dare un’occhiata a chiari report mensili sui principali trend energetici domestici e su quali elettrodomestici hanno consumato maggiormente.

Le caratteristiche di Ned si propongono di rispondere ai bisogni reali delle persone. In che modo sono state individuate tali esigenze?

Noi di Midori crediamo molto nella realizzazione dei nostri prodotti, nel partecipatory design, una modalità di progettare prodotti e servizi partendo dal coinvolgimento diretto di coloro che potranno essere futuri acquirenti ed utilizzatori. Per questo, negli ultimi anni, abbiamo condotto numerose campagne d’indagine attraverso survey e focus group, coinvolgendo più di 1000 persone, che ci hanno dato spunti, critiche e la carica giusta per capire sempre meglio quali sono i bisogni delle persone. Da poco abbiamo lanciato una nuova breve indagine sul rapporto tra l’efficienza energetica e il…gioco! Per questo chiediamo a tutti i lettori di darci 5 minuti del loro tempo, che per noi sarebbe preziosissimo per migliorare sempre di più Ned.

La survey si trova al seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/nedcloseup.

Il team di Midori: Christian Camarda, PhD, CEO e Founder; Davide Drago, Dottore in Ingegneria delle Telecomunicazioni, Technical Account Manager; Davide Comba, Sviluppatore Web Senior; Awet Abraha Girmay, Dottore in Ingegneria delle Telecomunicazioni, NILM Researcher; Valeria Ferro, Dottoressa in Psicologia, Behavioral Economics Efficiency Manager; Francesca De Santis, Dottoressa in DAMS, Content Manager.