giovedì, 1 Ottobre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

La NASA e il Futuro Nucleare dello Spazio

Maggio 2030 – Gli astronauti della NASA della colonia lunare internazionale raccolgono frutta da una serra progettata per riprodurre le condizioni climatiche della Terra. LED illuminano le piante durante i 14 giorni della notte lunare. L’energia elettrica viene prodotta da una macchina bislacca, la cui forma ricorda vagamente un fungo: il reattore nucleare KRUSTY.

NASA, Nucleare, Esplorazione Spaziale, Motore Stirling, KRUSTY, Nevada, Marte, Colonie, KiloPower Reactor, Energy Close-up Engineering
nasa.gov

Al suo interno, nuclei di Uranio 235 fissionano continuamente per opera dei neutroni termici producendo frammenti di fissione (Bario e Krypton in genere) ed altri neutroni dando vita ad una reazione a catena. I frammenti di fissione collidono con gli atomi circostanti, aumentandone l’energia cinetica media e, quindi, la temperatura del nocciolo. Tubi di calore trasferiscono il calore generato a piccoli motori Stirling collegati ad un generatore elettrico che trasforma il moto alternato in energia elettrica.

Il “Kilopower Reactor Using Stirling TechnologY” (KRUSTY) è un nuovo concetto di reattore sviluppato dalla NASA, testato al Nevada National Security Site tra novembre 2017 e marzo 2018.

Secondo Jim Reuter, NASA, direttore associato del Space Technology Mission Directorate (STMD):

Energia sicura ed efficiente sarà la chiave per l’esplorazione umana e robotica dello spazio. Mi aspetto che il Kilopower Project sia una parte essenziale del mix energetico di avamposti lunari e marziani

La tecnologia

Il reattore della NASA, studiato per produrre fino a 40 KW di potenza, presenta un nocciolo composto da una lega di uranio-235 e molibdeno, scelta per le sue ottime caratteristiche ad alte temperature. Il nocciolo è circondato da un riflettore di ossido di berillio per minimizzare la perdita di neutroni, rindirizzandoli all’interno del reattore. Il reattore è controllato tramite un’unica barra di carburo di boro che assorbe neutroni. All’accensione, la barra viene estratta dal nocciolo permettendo ai neutroni di cominciare la reazione a catena. Tubi di calore al sodio liquido permettono di trasferire l’energia termica generata dalle reazioni di fissione al motore Stirling (temperatura del sodio circa 600 °C in condizioni nominali). I tubi di calore, inventati a Los Alamos National Lab nel 1962, sono dispositivi per il raffreddamento che non richiedono pompe o ventole. Il dispositivo è composto da una coppia di cilindri cavi concentrici contenenti fluido operativo, sodio in questo caso, e il suo vapore. Per ottenere il passaggio di calore viene sfruttata la differenza di pressione di vapore tra i due estremi del tubo.

NASA, Nucleare, Esplorazione Spaziale, Motore Stirling, KRUSTY, Nevada, Marte, Colonie, KiloPower Reactor, Energy Close-up Engineering
nasa.gov

Gli esiti dei test

Tra novembre e marzo, i test della NASA al Nevada National Security Site si sono concentrati sulla resistenza dei componenti a stress termici e meccanici ed a diversi scenari incidentali. I risultati sono esaltanti. Secondo David Poston, capo-progettista del reattore a Los Alamos National Laboratory, l’obiettivo di questi test era duplice: (1) Dimostrare che il sistema è capace di generare energia elettrica da fissione, e (2) Testare la stabilità e la sicurezza del nuovo design.

Secondo Poston, NASA:

Abbiamo simulato ogni evenienza, in termini di operazioni nominali ed incidentali, e KRUSTY ha passato tutti i test a pieni voti

 

La colonizzazione della Luna e di Marte è un po’ più vicina.

CUE FACT CHECKING

CueEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su energycue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here