Vi abbiamo già parlato di microreti innovative, come quella di Simris o di Robben Island. Il progetto del quale vi parliamo oggi è ARMONIA e riguarda la Repubblica di Palau, un piccolo stato insulare nell’Oceano Pacifico con circa 22 mila abitanti. L’obiettivo? La decarbonizzazione dell’isola. La microrete dovrà gestire i circa 100 MW di potenza installata sul territorio. Il tutto sarà reso possibile dalla collaborazione con ENGIE Eps. Inoltre, si tratterà della più grande microrete al mondo.

engie eps, microrete, palau, fotovoltaico, storage, isole, innovazione, decarbonizzazione, pacifico, tecnologia, gestione, rinnovabili
engie-eps.com

ARMONIA aiuterà a gestire la produzione di una centrale solare da 35 MW dotata di sistema di accumulo da 45 MWh. Inoltre, nel sistema sarà ancora presente un generatore diesel da 12 MW per gestire le situazioni di emergenza. Tommy Remengesau, presidente della Repubblica di Palau, commenta:

Riducendo la nostra carbon footprint, limiteremo anche la vulnerabilità delle nostre infrastrutture energetiche a fronte dell’innalzamento dei mari e dei disastri naturali. Produciamo energia più pulita, ma anche affidabile, accessibile ed economica per quei cittadini del mondo che vivono in prima linea i cambiamenti climatici.

Successivamente all’Accordo di Parigi sul clima, la nazione punta a raggiungere entro il 2025 il 45% di energia prodotta da fonti rinnovabili, riducendo del 22% le emissioni del settore energetico rispetto al 2005. I lavori inizieranno a fine 2018 e si concluderanno entro il 2019. Paul Maguire, presidente di Engie Asia Pacifico ha conluso:

L’accesso universale, economico ed affidabile all’energia pulita sarà realtà a Palau in pochi mesi ed abbiamo l’ambizione e l’impegno di replicare questo modello in tutto il mondo grazie alla portata globale di Engie