venerdì, 25 Settembre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Un nuovo liquido per lo stoccaggio di energia termica

Il liquido formato da norbornadiene potrebbe rappresentare il non plus ultra in materia di stoccaggio, e ce lo mostra una ricerca dalla Chalmers University of Technology, Göteborg, Svezia.

Definito dai più come carburante solare termico, il liquido norbornadiene, composto prevalentemente da carbonio, azoto ed idrogeno, è paragonabile ad una batteria. La differenza sostanziale è che, al posto dell’elettricità, viene assorbita energia solare (radiazione) e ricavato calore a media/alta temperatura.

Il norbornadiene, infatti, ha un comportamento singolare quando colpito da raggi solari. I legami tra gli atomi si eccitano e passano ad una conformazione a più elevato livello energetico, anche nel caso il liquido ritorni a temperatura ambiente.

Se inserito in un circuito, quindi, il liquido può produrre calore.

Il norbornadiene potrebbe essere parte integrante di un impianto di riscaldamento così funzionante: a contatto con la radiazione solare il liquido passa al livello energetico superiore, viene stoccato in un accumulo termico; quando serve, infine, viene fatto passare attraverso un catalizzatore. In questa fase le molecole tornano allo stadio iniziale rilasciando energia sotto forma di calore. E allora basta mettere uno scambiatore di calore tra il liquido in questione e normale acqua che, alla temperatura di circa 65 °C, potrà riscaldare le nostre case o darci acqua calda sanitaria.

I risultati al momento sono molto positivi. Il ciclo appena descritto è stato ripetuto 125 volte e il team di ricerca sta cercando di puntare ad ottimizzare ulteriormente il processo. Una miglioria sarà quella di alzare la temperatura fino a circa 100 °C o 110 °C.

Per ora i materiali ed il processo sono ancora abbastanza costosi. Ma nel giro di otto o dieci anni i ricercatori promettono di portare la tecnologia sul mercato ad un costo accettabile.

Vedremo come andrà a finire.

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Lorenzo Rubino
Laureato magistrale a 24 anni in ingegneria energetica al PoliTO. Esperto in efficienza energetica industriale, commerciale, residenziale. Progettista tecnico di impianti rinnovabili e tradizionali. Responsabile di #EnergyCuE da marzo 2015. Appassionato di nuove tecnologie e policy, soprattutto se finalizzate alla sostenibilità della produzione di energia. Mi sento curioso, riflessivo ma anche spontaneo, diretto e pragmatico, da buon ingegnere!