martedì, 14 Luglio, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Economia circolare: a che punto siamo?

Il Circle economy, un centro di ricerche internazionale, ci fornisce, tramite il suo ultimo report una panoramica sulla “circolarità” dell’economia globale.

Ad oggi, l’economia globale è solo l’8,6% circolare. È inoltre un valore peggiore rispetto a due anni fa, dove si raggiungeva il 9,1%. Questo valore così basso può essere spiegato attraverso tre fenomeni chiave.

Alto tasso di estrazione materiali

Sin dalla rivoluzione industriale, l’estrazione di materiali è cresciuta a dismisura. Negli ultimi 50 anni, questo valore è cresciuto del 350% da 26,7 miliardi di tonnellate nel 1970 a 92 miliardi di tonnellate nel 2017. L’IRP, International Resource Panel, stima che questo valore possa attestarsi tra 170 e 190 miliardi di tonnellate entro il 2050.

Economia, circolare, ambiente, riciclo, riuso, disrupt, Energy Close-up Engineering
circularity-gap.world

Aumento delle giacenze

52,6 miliardi di tonnellate di materiali entranti nell’economia globale vengono usati per prodotti dalla vita breve (Products that flow), come una mela o un paio di jeans, e raggiungono la loro end of use in circa un anno. La restante parte di risorse entra nel circolo dei prodotti che hanno vita più lunga (Products that last) come edifici , infrastrutture e grandi macchinari.

Quando le risorse materiali vengono investite in questi Product that last, per esempio sotto forma di edifici, esse sono sottratte all’economia per lunghi periodi finché restano in uso.

Processi

In alcune parti del mondo, i tassi di recupero e riciclo sono in aumento. In Europa, ad esempio, tra il 2011 e il 2016 vi è stato un aumento medio dell’11% nel recupero dei rifiuti solidi. Questo è avvenuto grazie a incentivi politici e soluzioni tecnologiche innovative.

Quando però guardiamo all’aumento del tasso di estrazione di nuovi materiali, questi successi vengono ridimensionati.

Impatto sull’ambiente

Dal 2015 al 2017 la quantità di anidride carbonica emessa nell’atmosfera è aumentata del 5% circa. In numeri, si è passati da 50,6 miliardi di tonnellate a 53,3 miliardi di tonnellate. E non solo! Un quantitativo pari a 22,4 miliardi di tonnellate è quanto si stima essere stato disperso nell’ambiente nello stesso periodo.

DISRUPT: 7 elementi chiave dell’economia circolare

Leggendo tutti questi numeri la prima cosa che viene da pensare è: “Ma cosa possiamo fare?“.

circularity-gap.world

Il modello DISRUPT presenta 7 elementi chiave per sviluppare strategie di economia circolare.

  1. Design for future: adottare, durante la fase di progetto, accorgimenti che rendano più longevi i prodotti e che ne facilitino il recupero a fine vita;
  2. Incorporate digital technology: tracciare e ottimizzare l’uso delle risorse rafforzando il legame tra gli attori della supply-chain attraverso tecnologie e piattaforme digitali;
  3. Sustain & preserve what’s already there: massimizzare la vita di risorse esistenti tramite manutenzione e applicare strategie di take-back per applicazioni di second life;
  4. Rethink the business model: considerare le opportunità di creare valore con business model che si basano sul’interazione tra prodotto e servizio;
  5. Use Waste as a Resource: usare i rifiuti come materia prima secondaria;
  6. Prioritise Regenerative Resources: assicurarsi di utilizzare risorse rinnovabili, riusabili e non tossiche;
  7. Team Up to Create Joint Value: il lavoro comune, svolto insieme, a tutti i livelli incrementa la trasparenza e crea valori comuni.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rosario Tolomeohttps://energycue.it
Laureato in Ingegneria Chimica. Ingegnere di processo e consulente prima, PhD Student in Industrial Engineering su veicoli elettrici e batterie ora. Autore su #EnergyCuE da Maggio 2019. Appassionato di tecnologia, scienza, Giappone, energia e sostenibilità a tutto tondo.