giovedì, 1 Ottobre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Una batteria con caratteristiche senza precedenti dall’ETH

L’industria dell’elettronica di consumo è maggiormente concentrata sullo sviluppo di computer, smartphone o device che posseggono schermi piegabili o arrotolabili. Un esempio, nello smart clothing, sono i wearable che fanno uso di micro-dispositivi o sensori per monitorare funzioni corporee. Tutti questi dispositivi hanno, però, bisogno di una sorgente energetica che è generalmente una batteria agli ioni di litio. Sfortunatamente le batterie commercialmente disponibili sono rigide e pesanti. Queste caratteristiche le rendono poco adatte ad applicazioni nell’elettronica flessibile.

Nuovo materiale elettrolitico

A Zurigo, all’ETH, il prof. Niederberger, che si occupa di materiali multifunzionali, e il suo team hanno sviluppato un prototipo di batteria Li-ion, a film sottili, flessibile che può essere piegata, stirata e torta senza interrompere l’erogazione di energia.

Ciò che rende questa batteria speciale è l’elettrolita, la parte della batteria che permette il movimento degli ioni di litio in fase di carica e scarica. Questo nuovo elettrolita è basato su un gel d’acqua ad elevata concentrazione di sale del litio. Niederberger focalizza l’attenzione sul fatto che questa nuova tipologia di elettrolita è più environmentally friendly degli elettroliti attualmente disponibili in commercio: i tradizionali sono, infatti, infiammabili e tossici.

Batteria, batterie, litio, ione, piegabili, elettrolita, gel, chimica, wearable, anodo, catodo, ricerca, innovazione, energia, Energy Close-up Engineering
ethz.ch

La struttura della nuova batteria

Il prototipo di batteria è stato sviluppato seguendo il design delle tradizionali batterie commerciali. I due collettori di corrente per l’anodo e il catodo sono fatti di polimeri compositi flessibili che contengono carbonio elettricamente conduttivo e flakes micrometrici di argento. Sono proprio questi flakes d’argento e il modo in cui sono interconnessi, come tegole in un tetto, e la loro capacità di non perdere contatto tra di loro, che garantiscono la conduttività anche in caso di deformazioni. La chimica del catodo è all’ossido di litio e manganese mentre la chimica dell’anodo è all’ossido di vanadio.

Batteria, batterie, litio, ione, piegabili, elettrolita, gel, chimica, wearable, anodo, catodo, ricerca, innovazione, energia, Energy Close-up Engineering
ethz.ch

Come sottolinea il prof. Niederberger, ulteriore ricerca sarà necessaria per ottimizzare il design di queste batterie che avranno illimitate applicazioni nel settore degli smartphone dagli schermi pieghevoli e dei wearable.

Noi restiamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.

CUE FACT CHECKING

CueEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su energycue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rosario Tolomeohttps://energycue.it
Laureato in Ingegneria Chimica. Ingegnere di processo e consulente prima, PhD Student in Industrial Engineering su veicoli elettrici e batterie ora. Autore su #EnergyCuE da Maggio 2019. Appassionato di tecnologia, scienza, Giappone, energia e sostenibilità a tutto tondo.