Home » Bacino di gas in Indonesia, Eni annuncia la nuova scoperta

Bacino di gas in Indonesia, Eni annuncia la nuova scoperta

Eni annuncia la scoperta di un bacino di gas da 140 miliardi di metri cubi al largo della costa orientale del Kalimantan, in Indonesia

Categorie Fonti fossili
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Eni ha annunciato la scoperta di un bacino di gas nel pozzo Geng North-1. Si trova nella licenza North Ganal, a circa 85 km dalla costa orientale del Kalimantan, in Indonesia. Questa scoperta presenta stime preliminari che indicano la presenza di ben 5 miliardi di piedi cubi di gas, equivalenti a circa 140 miliardi di metri cubi. Si stima anche un considerevole contenuto di condensati di circa 400 milioni di barili. Questo importante ritrovamento non solo promette di trasformare il panorama energetico della regione, ma offre anche opportunità economiche significative per il suo sviluppo.

Il bacino di gas in Indonesia

Il pozzo Geng North-1 è stato perforato a una profondità di 5.025 metri in 1.947 metri d’acqua. L’operazione ha rivelato una colonna a gas di circa 50 metri nelle arenarie di età miocenica. Queste rocce mostrano eccezionali proprietà petrofisiche, evidenziate attraverso una dettagliata campagna di acquisizione dati. Una prova di produzione, nonostante sia limitata dalle capacità delle attrezzature di test, ha stimato una portata di 80-100 milioni di piedi cubi al giorno. Questa quantità è equivalente a circa 2,2-2,7 milioni di metri cubi al giorno, insieme a 5000-6000 barili al giorno di condensati associati.

bacino di gas

La scoperta del bacino di gas nel pozzo Geng North-1 è il risultato tangibile della strategia di Eni basata sull’innovazione tecnologica e sulla profonda conoscenza geologica. L’utilizzo di tecnologie geofisiche avanzate ha consentito di individuare e valutare con precisione le riserve di gas. Ciò dimostra il ruolo della tecnologia nell’esplorazione e nella produzione di risorse energetiche. Questa scoperta è un esempio di come l’industria energetica possa progredire con successo attraverso la fusione di competenze scientifiche e tecnologiche di alto livello.

Impatto economico e opportunità di crescita

Oltre al suo valore intrinseco come risorsa energetica, la scoperta nel pozzo Geng North-1 offre opportunità economiche senza precedenti per l’Indonesia. La creazione di posti di lavoro, l’attrazione di investimenti stranieri diretti e lo sviluppo di infrastrutture sono solo alcune delle molteplici prospettive che questa scoperta apre per il Paese. Inoltre, l’Indonesia potrebbe emergere come uno dei principali fornitori di gas naturale liquefatto (LNG) nel mercato globale, potenziando ulteriormente l’economia nazionale.

La scoperta nel pozzo Geng North-1 non è solo una vittoria per Eni e per l’Indonesia, ma anche un importante punto di riferimento per l’industria del gas naturale. L’esperienza di Eni e il suo impegno nel continuo miglioramento delle tecnologie di estrazione aprono nuove prospettive per l’energia come risorsa globale. Questa scoperta spinge l’industria a esplorare ulteriormente, a investire in ricerca e sviluppo e a considerare il potenziale illimitato delle risorse energetiche ancora inesplorate. Tutto questo prepara il terreno per un futuro in cui l’energia sia non solo abbondante, ma anche sostenibile e accessibile per tutti.

bacino di gas

Collaborazioni strategiche e prospettive future

L’acquisizione degli interessi nella licenza North Ganal e le collaborazioni con partner come Neptune Energy North Ganal BV e Agra Energi I Pte Ltd pongono Eni in una posizione privilegiata per massimizzare il potenziale di questa scoperta. Queste partnership strategiche consentono di esplorare sinergie, condividendo conoscenze e risorse per sviluppare in modo efficiente le risorse esistenti e future nella regione. Oltre agli aspetti economici, Eni si impegna anche per lo sviluppo sostenibile. L’azienda sta investendo in tecnologie avanzate per garantire l’estrazione del gas in modo efficiente e responsabile, riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente circostante.

L’impegno di Eni comprende l’adozione di pratiche di perforazione ecocompatibili, il monitoraggio costante delle emissioni di gas serra e l’implementazione di misure per la protezione della fauna marina. Eni è consapevole che una gestione attenta delle risorse naturali è essenziale per preservare l’ecosistema circostante. Questo garantisce che le generazioni future possano beneficiare di questa scoperta senza danneggiare il pianeta.

Lascia un commento