Ad oggi, 29 Luglio, l’uomo avrà sfruttato tutte le risorse naturali messe a disposizione dal nostro pianeta per l’intero anno 2019. Stiamo parlando dell’ Earth Overshoot Day. Ed è ciò che afferma il Global Footprint Network, una associazione internazionale per la sostenibilità che ha aperto la strada all’Impronta Ecologica. Quest’ultima misura le risorse ecologiche che una determinata popolazione richiede per produrre le risorse naturali che consuma e per assorbire i suoi rifiuti, in particolare le emissioni di carbonio.

Negli ultimi 20 anni, la data si è spostata in avanti di quasi due mesi, come è rappresentato in figura di seguito.

earth-overshoot-day-sfruttamento-risorse-umanità-terra-pianeta-global-footprint-network-movethedate-soluzioni-map-CuE
fonte: overshootday.org

Secondo i calcoli del Global Footprint Network, il fatto che l’overshoot day si abbia il 29 Luglio significa che  l’umanità sta usando attualmente la natura 1,75 volte più velocemente di quanto gli ecosistemi del nostro pianeta siamo in grado di rigenerare. Questo vuol dire aver bisogno di 1,75 pianeti Terra. Le cause di questo anticipo sempre più veloce sono note: si stanno riducendo le risorse naturali a disposizione. Deforestazione, erosione del suolo, perdita di biodiversità o accumulo di anidride carbonica nell’atmosfera sono solo alcuni aspetti che contribuiscono a questo fenomeno. Quest’ultimo porta al cambiamento climatico e ad eventi meteorologici estremi più frequenti.

Le iniziative

Secondo l’associazione internazionale, posticipare l’overshoot day ogni anno di 5 giorni permetterebbe all’umanità di raggiungere l’equilibrio con le risorse prodotte annualmente dal nostro pianeta prima del 2050. L’iniziativa ha preso il nome di #MoveTheDate, e raccoglie tante opportunità e soluzioni nei settori città, energia, cibo, popolazione e pianeta.

Pochi giorni prima dell’Earth Overshoot Day, il Global Footprint Network ha lanciato la versione beta della #MoveTheDate Solutions Map dove le persone sono invitate a sostenere le soluzioni esistenti. La mappa delle soluzioni #MoveTheDate è progettata per integrare il calcolatore dell’impronta. Quest’ultimo, che consente alle persone di calcolare la propria impronta ecologica e il proprio Earth Overshoot Day personale, viene utilizzato da più di 2,5 milioni di utenti all’anno. Si tratta di un modo per coinvolgere e sensibilizzare un numero di persone sempre maggiore.

Per leggere il Comunicato Stampa qui